Comune di Montegaldella

Domenico Lampertico


Figlio di Fedele e Olimpia Colleoni, nasce a Vicenza il 13 Dicembre 1856. A soli 21 anni si laurea in legge a Padova, però la sua passione è l'agricoltura, cui si dedica con concretezza e profonda intelligenza e assume l'incarico di segretario del Consorzio Agrario di Vicenza. Quando il padre Fedele gli affitta quattro tenute a Montegaldella per l'ampiezza di 600 campi vicentini, Domenico vi si dedica con interesse e coltivandoli viene a conoscenza di nuove realtà, di notizie e dati importanti che gli consentono la pubblicazione di inestimabili opere. Verso la fine del 1881 Domenico subentra, allo zio Angelo conte Valmarana, nella carica di Sindaco del nostro Comune, reggendola per ben 39 anni consecutivi. Alla forte personalità di Domenico Lampertico è dovuta l'insistenza sulla felice iniziativa di dotare finalmente Montegaldella del proprio Palazzo Municipale. Alla morte del padre Fedele, il figlio rinuncia alle cariche e uffici, che non riguardano però direttamente il proprio paese e si chiude nel silenzio, nel dolore, nell'amore dei figli. Risulta che la famiglia Lampertico, dopo la Prima Guerra Mondiale, comincia a cedere in affitto le proprie terre site a Montegaldella, assegnandole in appezzamenti di varie estensioni, ai propri dipendenti. Alla morte di Domenico, il 6 Aprile del 1941, l'intero patrimonio subisce una divisione in otto parti, quanti sono i figli.