Comune di Montegaldella

Il Monumento del Saluto


Montegaldella si fregia di avere il primo monumento al “Ciao” del mondo.  Si tratta di un monumentale bassorilievo di 2 metri d’altezza in pietra dei Berici, posto d’avanti al Municipio. Opera del maestro scalpellino Guido De Tomasi di Vicenza, che ha immortalato l’effige di Albano Cozza, un ottantenne di Montegalda, reso celebre per aver prestato la sua faccia bonaria alla campagna di sensibilizzazione ‘Salva il Saluto’ 2003. Il saluto moderno nasce proprio da quelle parti e ha una radice antica: quella veneziana dello “s-cia tuo” ossia “schiavo tuo”, che dimostra come salutarsi non sia solo pura formalità, quanto una forma di apertura al prossimo inteso anche come l’inquilino della porta accanto. E sappiamo bene come il valore civile e culturale del salutarsi non solo si stia perdendo, ma nelle grandi città sia diventato addirittura un gesto estraneo.