Comune di Montegaldella

Fondazione di Religione Asilo Infantile "G. Soranzo"



ORIGINI
 
Il 1° ottobre 1953, l’Asilo infantile parrocchiale di Montegaldella, su iniziativa del Parroco don Angelo Marcolin, inizia la sua attività, nel nuovo edificio costruito con la cooperazione della comunità parrocchiale, sul terreno donato dal Sig. Lampertico.
A dirigere l’Asilo sono chiamate la Suore Clarisse Francescane missionaria del Santissimo Sacramento, la cui fondatrice è Suor Serafina Farolfi. Poi con Decreto Vescovile dello 07.01.1962, la Scuola è eretta a “ Fondazione di Religione, denominata “ Asilo Infantile Giuseppe Soranzo” con uno statuto che ne fissa gli scopi e le caratteristiche.
La gestione ordinaria e straordinaria dell’Asilo, è affidata ad un consiglio di amministrazione composto dal Parroco pro tempore di Montegaldella e Ghizzole e da 4 consiglieri nominati dal Vescovo di Padova, i quali durano in carica tre anni. Il 26.12.1962, il Presidente della Repubblica riconosce la personalità giuridica della Fondazione, e ne approva lo statuto. Dal 1962 al 1998 l’ Asilo gestisce l’eredità costituita da 86 campi e 6 fabbricati che Antonio Soranzo nel suo testamento aveva destinato per l’Asilo Infantile. Tale eredità, in seguito a causa Giudiziaria, dopo la sentenza avversa del Tribunale di Vicenza e la sentenza della Corte di Appello di Venezia, veniva assegnata agli eredi Soranzo che avevano iniziato la causa.
Attualmente la Scuola dell’Infanzia dal punto di vista giuridico, è “ Fondazione di Religione” con personalità giuridica a tutti gli effetti, conservando come unico patrimonio l’edificio ed il terreno dov’è costruita la Scuola. Le attività della Scuola sono affidate ad una Direttrice e tre insegnanti laiche, ed al personale addetto al servizio di cucina e alle pulizie anch’esso laico.
 
IDENTITA’ DELLA SCUOLA
 
La nostra è una Scuola Paritaria, riconosciuta tale con Decreto del Ministero della Pubblica Istruzione n° 448/5658 del 27/02/2001; Codice Meccanografico VI1A01300G.
Si fonda sulla Dichiarazione dei Diritti dei Bambini (ONU) sugli articoli n° 2-3-34, della Costituzione Italiana, le Indicazioni Nazionali del 2012, linee guida “stranieri”, “adozioni” del 2014,”B.S.A.” del 2012.  Si ispira nell’educazione ai valori della fede cristiana; ha come fine specifico l’educazione integrale del bambino nella sua individualità, irripetibilità e globalità.
In collaborazione con la famiglia, favorisce in lui la maturazione dell’identità, umana e cristiana, ne potenzia l’autonomia vera che consente il libero esercizio dell’amore verso Dio e verso il prossimo; nello stesso tempo rafforza la competenza attraverso l’uso dei primi strumenti culturali ed espressivi.
ORGANIZZAZIONE, RISORSE E GESTIONE DELLA SCUOLA
 
Lo stabile, costruito 56 anni fa, nel corso degli anni è stato sottoposto a vari interventi; la ristrutturazione nel 1990, i lavori realizzati nelle estati del 2002 e 2003 hanno reso l’edificio più accogliente ed in conformità con le vigenti norme, nel 2004 sono stati rinnovati i servizi igienici adibiti ai bambini e quelli per il personale che vi lavora; nell’estate del 2007 è stato ripristinato il tetto, nel novembre del 2009 è stata eseguita la prova di staticità richiesta del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per la sicurezza dei locali scolastici.
Nell'estate del 2015 è stato rifatto l'impianto di riscaldamento sostituendo la vecchia caldaia con un impianto a pompe di calore per il risparmio energetico ed hanno la funzione sia di riscaldamento che di climatizzazione. Durante l’estate 2019 sono stati realizzati dei nuovi bagnetti al primo piano vicini al dormitorio. L’edificio si sviluppa su due piani. Al piano terra si trovano: l’atrio, un salone per l’accoglienza, attività ludiche collettive ed attività psicomotoria dei bambini, la mensa, la cucina, la dispensa, lo spogliatoio del personale, i servizi dei bambini e quelli del personale, l’ufficio di segreteria, l’ufficio delle insegnanti, una stanza che è usufruita il sabato per il catechismo, e due aule.
Al primo piano si trovano: due aule, la stanza per il riposo pomeridiano, i nuovi servizi igienici per i bambini, la stanza dove viene messo il materiale di cancelleria, le stanze dell’appartamento delle Suore.
Lo spazio esterno è costituito da un cortile di ghiaia che circonda l’edificio, attrezzato con dei giochi da esterno. Gli impianti sono tutti a norma di legge.
La struttura scolastica può contenere un massimo di 99 persone;i bambini destinatari del servizio sono attualmente suddivisi in quattro sezioni omogenee (2-3-4-5 anni) con quattro insegnanti.
Le sezioni omogenee sono organizzate in modo da accogliere bambini della stessa età, quindi gruppo classe di 2,3,4,5 anni.
Queste sezioni consentono:
1. fissare obiettivi finalizzati a percorsi individuali,
2. attuare un progetto finalizzato ad una fascia d'età,
3. individuare spazi arredi e materiali consoni all'età dei bambini in quella
fascia,
4. facilitare la soluzione di problemi simili,
5. evitare disagi dovuti ai continui cambiamenti di bambini,
6. garantisce la continuità di rapporto tra adulto e bambino e fra coetanei.
 
ORGANIGRAMMA DELLA SCUOLA
 
Don Gabriele Falcone : Legale Rappresentante.
Bezze Ester : Rappresentante Comitato di Gestione.
Michelazzo Nuccia : Rappresentante Comitato di Gestione.
Peruzzi Tiziano : Rappresentante del Comitato di Gestione.
Girardi Alessandro : Rappresentante Comitato di Gestione.
Roncato Caterina : Coordinatrice didattica e insegnante di sezione full-time.
Frigo Brigida: Insegnante di sezione full-time.
Masala Caterina: insegnante di sezione full-time.
Zavattiero Ketty: insegnante di sezione full-time.
Cozza Raffaelle: Cuoca.
Dogo Fiorenza: Ausiliaria.
Carli Gino: Autista.
Volontari pulmino:
1. Galeazzo Pierina
2. Piccoli Erminia
3. Pontarin Francesca
4. Franceschetto Priscilla
La Scuola ha uno statuto ed un Regolamento propri.
Presidente e Legale Rappresentante ne è il parroco pro tempore coadiuvato da un consiglio di amministrazione; la Direttrice della Scuola è responsabile dell’aspetto didattico e mantiene i rapporti con il comitato di gestione, con i rappresentanti di sezione, con i genitori, i quali potranno essere ricevuti su appuntamento telefonando allo 0444/737551.
La Scuola ha un proprio Progetto Educativo, fatto seguendo le indicazioni degli Orientamenti del 1991 in conformità all’identità cristiana.
Gli Organi collegiali esistenti nella Scuola sono:
 Collegio docenti, composto dalle insegnanti, ogni riunione è messa a verbale.
 Assemblea dei genitori, costituita dai genitori dei bambini e delle bambine iscritti.
La prima assemblea viene convocata entro il mese di ottobre, viene presentata la progettazione didattica ai genitori, vengono eletti i rappresentanti di sezione ed il Presidente dei genitori, i quali rimarranno in carica un anno; ogni riunione è messa a verbale.
L’assemblea viene convocata almeno due volte in un anno e ogniqualvolta specifiche esigenze lo richiedano.
 Consiglio di intersezione, formato dalle docenti, dal Presidente dei genitori, e dai rappresentanti di sezione, ogni riunione è messa a verbale.
Questa Scuola promuove l’integrazione scolastica di tutti i bambini, normodotati, disabili, appartenenti a culture e religioni diverse.

Risorse Finanziarie
La nostra scuola dell'infanzia è sostenuta finanziariamente dai contributi : MIUR, Regione Veneto, Comune, Rette; in caso di bambini con disabilità si aggiunge il contributo Provinciale per la disabilità.

Inclusione scolastica. (introduzione del nostro P.A.I.)
La nostra scuola dell'infanzia ha così impostato il proprio lavoro educativo e di conseguenza il proprio assetto organizzativo puntando sulle seguenti priorità:
· creare un ambiente scolastico accogliente e supportivo,
· organizzare le attività didattiche in modo da attivare la partecipazione di tutti i bambini al processo di apprendimento tenendo conto delle loro attitudini e limiti,
· creare un piano di formazione, rivolto a tutto il personale, finalizzato ad acquisire nuove competenze e metodologie per far fronte al disagio scolastico emergente,
· prevedere una flessibilità organizzativa che consenta lo svolgimento contemporaneo di attività in gruppi di lavoro sia per il recupero che per i potenziamenti,
· individuare e monitorare le difficoltà degli alunni tramite l'apporto di esperti dell' ussl territoriale e/o strutture convenzionate.

Riferimenti legislativi
· Legge 104/'92 e 170/'10
· Linee guida per l'integrazione scolastica per alunni con disabilità.
· Linee guida per l'accoglienza e l'integrazione degli alunni stranieri.
Continuità verticale.
La nostra scuola ha un progetto continuità con la scuola primaria sita nello stesso comune e altre collegate all'istituto comprensivo di Montegalda articolato in 4 incontri così suddivisi:
· 2 incontri con la commissione continuità,
· 1 incontro visita dei bambini della scuola dell'infanzia alla scuola primaria,
· 1 incontro per la consegna delle schede di passaggio.
I genitori partecipano attivamente alla vita scolastica tramite l'elezione dei rappresentanti di sezione, assemblee generali e colloqui individuali.

Mensa
La mensa interna è gestita dalla Scuola stessa.
Il menù, visto ed approvato annualmente dell’ASL, è suddiviso in 5 settimane; la tabella è esposta ed il menù è consegnato ai genitori all’inizio dell’anno scolastico.
La cuoca è in possesso dell’attestato di partecipazione al corso di Applicazione del Sistema di Autocontrollo HACCP nella ristorazione scolastica (D. Lgs. N° 155/97).
 
Trasporto
Per i bambini iscritti la Scuola mette a disposizione il servizio di trasporto, anche per quelli residenti a Montegalda,Veggiano e Cervarese; l’assicurazione scolastica copre i bambini, l’autista e gli accompagnatori per tutto il tragitto da andata e ritorno.

 
REGOLAMENTO ANNO SCOLASTICO 2019 – 2020
ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO

L’anno scolastico inizierà:
Per i bambini della Sezione Primavera e per i bambini della Prima Sezione
i giorni 5-6 settembre dalle ore 9.00 alle 11.00. 
Per Piccolissimi,Piccoli, Medi e Grandi
il giorno 9 Settembre (dalle 8 alle 12,30 con trasporto e pranzo) dal10 settembre orario regolare dalle 8,00 alle 15,50.
Per i bambini delle sezioni Primavera e Piccoli l'insegnante di sezione riferirà giornalmente se il/la bambino/a può fermarsi il giorno successivo per il pranzo oppure per l'intera giornata; i genitori che avessero difficoltà con gli orari a causa del lavoro concorderanno le modalità dell'inserimento con l'insegnante titolare della sezione del proprio/ figlio/a
L’anno scolastico terminerà martedì 30/06/2020 alle ore 13,00.

Per le vacanze la Scuola si adegua al calendario emanato annualmente dalla Regione Veneto. 
Il calendario sarà comunicato all’inizio dell’anno scolastico.
 
1) La Scuola funziona con il seguente orario:
 
Entrata dalle ore 8.00 alle ore 9.00; (con possibilità di anticipi dalle 7,30)
 
Uscita dalle ore 15.30 alle ore 15.50. (con possibilità di posticipo fino le 18,00)
Per i ritardi d'uscita senza avvisare si deve scrivere la motivazione nel registro e firmarla; inoltre ci sarà una maggiorazione della retta di Euro 3,00 per i primi 15 minuti e di Euro 5,00 per mezz'ora ad ogni ritardo.
Il totale verrà aggiunto alla retta del mese successivo.
Si prega vivamente di rispettare gli orari (l'entrata deve avvenire entro le ore 9.00 e l'uscita entro le ore 15.50) per il buon funzionamento della Scuola.
La consegna ed il ritiro del bambino devono essere effettuati dai genitori o da una persona maggiorenne di loro fiducia, la cui identità deve essere precisata al momento dell’iscrizione compilando l'apposito modulo.
Ogni cambio di persone dovrà essere direttamente segnalato alle insegnanti dai genitori.
I minori non potranno mai essere consegnati a minori nemmeno con delega del genitore.
Per chi ha bisogno della mezz’ora di anticipo o posticipo la quota da versare per il servizio è di € 10,00 mensili.
Per i bambini che usufruiscono del servizio di trasporto, si raccomanda di rispettare l’orario stabilito.
I genitori che desiderano un colloquio con le insegnanti si accordano con loro.
Una volta all’anno è previsto un colloquio individuale genitori – insegnante.
La somministrazione dei farmaci da parte del personale scolastico potrà avvenire solo secondo le vigenti disposizioni del Ministero della Pubblica Istruzione.
Qualora il bambino dovesse tornare a casa prima del termine delle lezioni, l'uscita deve avvenire nel corso della pausa pranzo, 12,30-13,00.
 
ACCETTAZIONE E FREQUENZA
 
Per la regolare iscrizione si richiede:
â—Â┬Ć domanda di iscrizione alla Direzione della Scuola su apposito modulo, nel quale i genitori dichiareranno di essere a conoscenza dell' identità della Scuola e di impegnarsi a rispettarne la proposta educativa, nonché di accettarne il regolamento interno.
â—Â┬Ć Il Ministero della Salute in accordo con il MIUR ha emanato il 31 luglio 2017 la legge n° 119 che richiede l'obbligatorietà delle vaccinazioni per poter iscrivere i figli alle scuole di qualsiasi ordine e grado; pertanto ai documenti per l'iscrizione bisogna allegare anche il certificato di vaccinazione del/la figlio/a.
â—Â┬Ć L'iscrizione si effettua annualmente, entro i termini stabiliti dal Consiglio di Amministrazione.
In caso di esaurimento dei posti disponibili, in relazione alle indicazioni di legge in merito al numero massimo dei bambini per sezione, si accoglieranno prima i residenti nel Comune, poi i fratelli di chi frequenta e proviene  da altri Comuni, chi ha frequentato presso la nostra Scuola la Sezione Primavera, per ultimi i provenienti da altri Comuni.
 â—Â┬Ć La Scuola dell’Infanzia non è obbligatoria, ma i genitori che iscrivono il loro bambino si impegnano ad assicurarne la frequenza costante e la loro collaborazione.
La frequenza irregolare impedisce al bambino di beneficiare dell’opera educativa della Scuola e rende difficile il suo inserimento nel gruppo dei coetanei e nelle varie attività.
 â—Â┬Ć  Ogni assenza va comunicata alla Direttrice o alle Insegnanti, indicandone i motivi. La riammissione alla Scuola, dopo un’assenza di 5 giorni continuativi, per malattia o per altri motivi, è condizionata alla presentazione di un certificato medico.
 
FINANZIAMENTO E GESTIONE

La Scuola non ha scopi di lucro; è autonoma e deve pertanto provvedere alla manutenzione degli ambienti, agli onerosi costi di gestione e del personale dipendente. Il Consiglio di Amministrazione, di cui è presidente il Parroco di Montegaldella, don Gabriele Falcone, è composto da quattro membri tutti volontari.
I contributi pubblici del Comune e del Ministero coprono in parte le spese di gestione.
Il contributo dei genitori è determinante e comprende:
a) La quota di iscrizione;      
b)  La retta di frequenza.
 
Con l'iscrizione i genitori si impegnano al regolare pagamento delle rette 
La Scuola riceve donazioni da famiglie,  associazioni (Pro Loco, Amici della Zucca, Alpini, gli Amici di Davide,Gruppo Giovani di Ghizzole, parrocchie di Montegaldella e Ghizzole, quanti collaborano per il Tombolone della Befana, Comitato Genitori Scuola Materna).
La quota d'iscrizione per l'anno scolastico 2019/’20 è di Euro 100,00 e comprende la copertura assicurativa del bambino e l'acquisto del materiale didattico.
La retta mensile, per l'anno scolastico 2019/'20 è di:
  • 145,00 Euro per le sezioni dei piccoli, medi e grandi
  • 155,00 Euro per chi usufruisce del servizio di trasporto all’interno del comune,
  • 165,00 Euro per chi usufruisce del servizio di trasporto fuori comune,
  • 255,00 Euro per la sezione primavera.
E’ prevista una riduzione di 20 Euro per due fratelli.
La retta di frequenza deve essere versata entro i primi 10 giorni di ogni mese sul Conto Corrente Postale n. 18266361 intestato a Fondazione di Religione Asilo Infantile “G. Soranzo” (il  bollettino è fornito dalla Scuola), oppure con bonifico Banca del Centroveneto, filiale di Cervarese S. Croce IBAN 
                                  IT 75 Y 08590 63110 000081017137.
Considerati gli onerosi  costi del versamento postale, si invita a privilegiare il versamento con bonifico.
Le famiglie in condizione di reddito svantaggiato, residenti nel comune, possono presentarne la documentazione al Sindaco, che verificherà con l’Assistente Sociale la situazione finanziaria della famiglia, per un’eventuale contributo.
L’eventuale ritiro del bambino dalla Scuola per esigenze gravi (trasferimento della famiglia, malattia grave certificata), dovrà essere comunicato per iscritto all’Amministrazione della Scuola; il ritiro non esonera i genitori dal pagamento della retta del mese in cui avviene la rinuncia, ma solo a partire dal mese successivo.
Per i ritiri dovuti ad altri motivi dovrà essere corrisposta l’intera retta fino alla fine dell’anno scolastico in corso.
Il ritiro avvenuto prima dell’inizio dell’anno scolastico non dà diritto alla restituzione della quota pagata al momento dell’iscrizione.
Si precisa che, se il bambino non frequenta il mese di giugno, la retta dovrà essere comunque pagata per intero.
 
SERVIZI
La Scuola provvede al pranzo preparato da una cuoca che si attiene ad una tabella dietetica suggerita dall'Ulss e provvede anche alla merenda. Per i festeggiamenti dei compleanni  sono ammessi solo prodotti alimentari confezionati.  
Per i bambini allergici o intolleranti è necessario il certificato medico della pediatra con indicati i relativi farmaci salvavita e le relative indicazioni per la somministrazione.
Consigliamo di far indossare al bambino un abbigliamento comodo, che consenta la massima libertà di movimento e di procurargli una confezione di fazzoletti, un bicchiere di plastica, un asciugamano piccolo, e il bavaglino con l’elastico; inserite il tutto in una busta di tela con fettuccia per poterla appendere, nella quale sia visibile il nome del bambino.
La scuola non assume alcuna responsabilità su oggetti preziosi che il bambino abbia con sé.    
La Scuola nel corso dell’anno organizza momenti formativi per i genitori.
All’interno della Scuola è stato predisposto uno spazio a dormitorio, per i bambini piccolissimi, piccoli e medi (questi ultimi da settembre a dicembre).
La Scuola mette a disposizione delle famiglie che lo richiedono il servizio di trasporto; si raccomanda di rispettare gli orari e di telefonare a Scuola il giorno in cui il bambino rimane assente e quando riprende a frequentare.
 
Si informano i genitori che in orario extrascolastico sono vietati, per motivi di sicurezza, la permanenza nei locali e negli spazi esterni della Scuola e l’utilizzo dei giochi situati negli stessi.
 Per qualsiasi chiarimento e per il buon funzionamento della Scuola, si invitano i genitori a contattare  direttamente il Comitato di Gestione o le insegnanti.