Comune di Montegaldella

Storia del comune

IL PALAZZO COMUNALE 
L'attuale sede municipale di Montegaldella, di stile rinascimentale con una sobria decorazione armonica, è situata di fronte allo stabile di Villa La Deliziosa e sorge sopra un'antica peschiera. Ciò è testimoniato dalla vicinanza di una torretta di controllo e due pilastri d'ingresso appunto all'antica peschiera del casato dei conti Conti. 
L'usanza di prendere in affitto alcune stanze in uso per gli uffici Comunali all'interno del Palazzo Conti, vicino alle scuderie, crea la necessità di una sede municipale autonoma. All'uopo gli Amministratori, sin dal 1901 inseriscono nel bilancio specifici stanziamenti finalizzati all'edificazione di un nuovo fabbricato. Il Senatore del Regno d'Italia, Fedele Lampertico, proprietario del palazzo Conti, con Istromento del 3 Aprile 1902 fa donazione di un appezzamento di terreno condizionandolo all'esecuzione del Palazzo entro il 31 Dicembre 1910, data ultima di cessione in affitto dei locali del Palazzo Conti. Trascorrono ben 10 anni e solo il 6 Settembre 1911, la Giunta Comunale delibera l'esecuzione di un progetto per la costruzione di un Palazzo Municipale; affida l'incarico del progetto all'Ing. Eugenio Ferrante di Vicenza. Passano ancora diversi anni per colpa della burocrazia e i tempi si complicano ulteriormente a causa della Prima Guerra Mondiale. Il Palazzo, elegante edificio dalle linee classiche, fu inaugurato ufficialmente nell'Ottobre del 1932 e ospitò subito anche la casa del Segretario Comunale, l'Ufficio Postale e un'aula scolastica. Oggigiorno, oltre agli Uffici Comunali, accoglie ancora l'Ufficio Postale e la sede invernale della Pro Loco.